Le spiagge di san Vincenzo sono state premiate con il prestigioso riconoscimento della bandiera verde nel 2015.

In spiaggia con i bambini: consigli utili
  • Per andare in spiaggia con i bambini piccoli scegliere le prime ore del mattino, fino alle 11 e nel tardo pomeriggio, dopo le 17 :30
  • Limitare comunque l’eccessiva esposizione al sole ed utilizzare sempre creme solari con filtri superiori a 25
  • Idratate il bambino il più possibile: acqua, succhi di frutta ma anche frutta fresca
  • Applicare creme solari ogni 2 ore (il bambino farà il bagno con molta più frequenza)
  • Rilassatevi! Andare in spiaggia con i bambini può essere stressante all’inizio ma in pochi posti i vostri figli si divertiranno di più per cui, cercate di fare altrettanto!!
Quanto aspettare prima di fare il bagno?

Eterna fonte di disaccordo tra genitori e bambini, per alcuni una certezza, per altri un’esagerazione. La grande maggioranza dei pediatri italiani consiglia far trascorrere almeno 2 ore tra i pasti ed il bagno in mare, spesso anche 3, dipendendo dalla temperatura dell’acqua e dal cibo. E nel mondo? Vedendo quanto si aspetta in media in altri Paesi, i bambini italiani non hanno tutti torti per lamentarsi..

  • USA:20′
  • Svezia:30′
  • UK: 1h
  • Spagna: 2h
  • Italia:3h
Giochi da spiaggia tra passato e presente, per i più piccoli… e per tutti
  • Palline clic clac: Due semplici palline di legno o plastica legate alle estremità di una cordicella tenuto a forma di ‘V’ da un anellino o una levetta di plastica, spopolarono negli anni 70’ non solo sulle spiagge ed erano odiate per il rumore ossessivo che producevano
  • Going: Chi si ricorda della palla ovale con le maniglie? Popolarissima negli anni settanta ed ottanta è quasi finita nel dimenticatoio sebbene non è impossibile trovarne ancora qualcuna.
  • Biglie di vetro/biglie di plastica: Non sono certo scomparse (a Rimini esiste addirittura una federazione nazionale dedicata) ma va ammesso che pochi bambini di oggi trascorrono ore e ore facendo correre le biglie su piste di sabbie come negli anni 70
  • Racchettoni: Nonostante le evoluzioni (beach-tennis) i racchettoni restano i veri padroni delle spiagge: semplici, divertenti e poco ingombranti
  • Paletta e secchiello: Strumenti indispensabili per la costruzione di castelli, case, piste, e stimolo per la creatività dei bambini, cosa sarebbero le spiagge senza di loro?
  • Aquilone: Non certo adatto alle spiagge affollate, è però perfetto per il divertimento di grandi e piccoli quando il tempo non è il migliore
  • >Beach Tennis: Evoluzione “sportiva” dei mitici racchettoni ai quali si aggiunge una rete e si danno regole, è il gioco di moda da ormai alcuni anni
  • >Pistole ad acqua: Esistono da tempo ma sono sempre più appariscenti e minacciose.. Ma niente paura, solo sparano acqua!
  • Tavole da mare: Giovani surfisti crescono: l’età non è più un’impedimento per cavalcare le onde, come testimoniano lo spopolare di queste mini tavole da surf

bandiera verde